OKSalute.it
Neurologia Salute

Reiki, alla scoperta delle energie sottili

Reiki nuovo approccio emozionale combatte la depressione

Un nuovo approccio per migliorare affezioni dolorose, squilibri energetici o per ritrovare una carica energetica sconosciuta. Reiki letteralmente sta per “energia vitale universale”.

La vera rivoluzione culturale e scientifica è proprio in atto ora. Nella nostra epoca. Dove le recenti scoperte e studi sugli sviluppi e l’approfondimento della fisica quantistica portano finalmente alla rivoluzione.

La spiritualità e la scienza sono tutt’uno, inscindibile dell’esperienza umana. Vedi Rupert Sheldrake, vedi Prof. Corrado Malanga, Prof. Giampiero Abate,  Masaru Emoto, Dott. Nadir Butto ecc ecc. Filosofie medico-scientifiche sull’origine energetica del tutto. Ed il confluire dello stesso tutto in un unico campo dove l’uomo in una sua nuova consapevolezza può attingere ad energie illimitate.

Reiki nuovo approccio emozionale energia

IL REIKI IN COSA CONSISTE

Il REIKI consiste nella canalizzazione di questa energia universale da parte di un operatore esperto,  che mediante le sue mani e una seguente di posizioni la trasferisce ad un altro essere vivente.

Non a caso. In quanto il trattamento è validamente eseguito su persone, animali e piante. E ciò è possibile farlo anche a distanza, in quanto attingendo al campo unificato, non vi sono limiti né di spazio né di tempo.Quello che è certo, è che si presuppone una certa apertura mentale. E forse qualcuno storcerà il naso.

Ma fortunatamente il processo evolutivo delle coscienze è in atto. Tant’è che già all’estero e recentemente su scala nazionale, il REIKI è stato inserito nelle strutture ospedaliere e sanitarie come affiancamento e supporto a varie terapie. Ciò in conseguenza dei tantissimi studi che ne attestano la validità nell’agevolare ed innescare i naturali processi di auto guarigione. Tali processi per troppo tempo ignorati, ma facenti parte dell’organismo di ogni essere umano e nostro grande potere e patrimonio.

Reiki nuovo approccio emozionale energia interna

Chi può beneficiare del Reiki

Al di fuori del percorso ospedaliero e medico di sperimentazione chiunque può avvalersi del REIKI per migliorare affezioni dolorose, squilibri energetici ed emozionali, insonnia, depressione. O anche solo per sperimentare un rilassamento ed una apertura emozionale sconosciuta dove attingere nuova carica e profondità. E per sfiorare un concetto nuovo di unità. Dando il via così dentro se’ alla rivoluzione dell’amore incondizionato. Di quella coscienza intelligente ed amorevole alla base di ogni creazione. Dove tutti gli studi, indifferentemente ormai, e da qualsiasi approccio essi partano, non fanno che confluire.

Operatore REIKI Usui di II LIVELLO

Carmen De Rosa / carmen.derosa1969@gmail.com

Post correlati