OKSalute.it
Oncologia Salute

Batteri intestinali di Escherichia coli modificati per battere il tumore del colon-retto

Speranza dalla ricerca  contro il tumore del colon, arrivano dall’Est Asiatico.

Infatti l’Università di Singapore ha portato avanti uno studio apparso anche sulla rivista Nature Biomedical Engineering.

La ricerca è stata suddivisa in due fasi.

Nella prima fase i ricercatori hanno modificato i geni di alcuni batteri intestinali. In particolare hanno modificato geneticamente l’Escherichia coli, un battere che alberga nell’intestino umano. Creando così un nuovo batterio in grado di trasformare il sulforafano, molecola presente soprattutto nei broccoli, in una potente arma contro il cancro del colon-retto. Il sulforafano, infatti, non solo si è dimostrato avere una efficacia sulla regressione del cancro, ma ha anche proprietà altamente preventiva sull’avanzamento dello stato della malattia.

La seconda fase si è svolta testando i nuovi batteri modificati di Escherichia coli sia su cellule cancerose dell’uomo, che su topolini affetti da tumore del colon-retto. Ai topolini, a questo punto, hanno dato in pasto un misto di batteri  e broccoli. I ricercatori hanno così verificato che i batteri secernono  un enzima capace di attivare la molecola di sulforafano presente nei broccoli. Producendo così un effetto antitumorale. A questo punto non solo si è vista nei topolini una regressione quasi totale del tumore. Ma che viene anche fermata la proliferazione di nuove cellule tumorali.

Post correlati