OKSalute.it
Malattie infettive Salute

Si può indossare la mascherina durante l’esercizio fisico?

coronavirus mascherina per esercizio fisico

Non è possibile indossare la mascherina durante sport come la corsa o il ciclismo. Si rischia una carenza di ossigeno che porta ad una iperventilazione.

La fase 2 è pressochè in corso in quasi tutto il territorio nazionale e la voglia di tornare a fare sport all’aria aperta per molti è irrefrenabile. Complice anche il bel tempo che spinge i più ad uscire di casa. Con il rischio di affollare alcune aree e determinare una situazione di rischio contagio.

Le mascherine, a questo punto, sono obbligatorie? Bisogna tener presente che qualsiasi attività si stia facendo, dalla corsa alla bicicletta, le mascherine sono sconsigliate da indossare. Ciò è dovuto al fatto che durante le fasi di un’attività fisica intensa, la richiesta di ossigeno da parte dell’organismo aumenta. E la mascherina impedisce un flusso di aria adatto. Bisogna togliere, quindi, con tutte le precauzioni del caso la mascherina prima di iniziare l’attività fisica, e rimetterla appena si è smesso. Tutto ciò, naturalmente, nel pieno rispetto delle distanze di sicurezza.

coronavirus mascherina sport

Perché serve più ossigeno?

Come spiega Gianfranco Beltrami, vicepresidente della Federazione di medicina sportiva italiana. “Quando corriamo e pedaliamo ad alta intensità il nostro fisico ha bisogno di una quantità eccezionale di ossigeno: l’atleta deve ventilare di più per sopperire alle maggiori richieste di cuore, polmoni, muscoli”. Pertanto le mascherine che si indossano durante lo sforzo fisico, non consentono di reggere un ritmo respiratorio elevato come quello che ha uno sportivo. “Non garantiscono il ricambio di anidride carbonica, che emettiamo espirando, con l’ossigeno esterno – sottolinea Beltrami – così si crea un potenziale danno metabolico e l’atleta rischia di arrivare a una condizione di ipossia e di accumulo di anidride carbonica, che a sua volta può causare fame d’aria, giramenti di testa, perdita di coscienza”.

Una condizione, questa, che somiglia a quella che si ha quando si fanno esercizi fisici in alta montagna, dove l’aria è rarefatta. Quindi con meno presenza di ossigeno. Tra l’altro basta salire qualche rampa di scale con la mascherina sul volto, per rendersi conto di quanto possa venire a mancare il fiato.

coronavirus mascherina è da usare per sport

Obbligo di mantenere la distanza di sicurezza

Come bisogna comportarsi, allora, in luoghi affollati da corridori e ciclisti? Possono senza mascherina essere veicolo di contagio nel caso passino accanto ad altre persone sui marciapiedi? Il decreto ministeriale sottolinea l’obbligo, in questi casi, di rispettare la distanza di almeno due metri se si svolge attività sportiva. Ma secondo il vicepresidente della Fmsi si deve essere ancora più attenti. “Se corriamo piano, ad esempio a 4-5 chilometri all’ora, l’ideale sarebbe mantenere cinque metri di distanza. Se invece andiamo a circa 15 km/h, la possibilità che le goccioline di saliva colpiscano altre persone aumenta, quindi direi almeno dieci-dodici metri”. Ciò vale anche per i non sportivi, che devono evitare la vicinanza con gli atleti. Possibilmente non frequentare luoghi affollati. Consiglio che vale anche per gli atleti. Indossare la mascherina, comunque, ogni qualvolta non si riesce a garantire la distanza di sicurezza, rallentando al contempo il ritmo di marcia.

“Per chi fa ciclismo i metri salgono addirittura a venti, ma vale per l’agonismo – precisa Beltrami -. Una pedalata tranquilla in città non implica iperventilazione da sforzo, quindi la mascherina meglio indossarla”. Scegliere, possibilmente, una mascherina che abbia una traspirazione sufficiente, evitando di toccarla con le mani. Soprattutto se si è impregnati di sudore. Ciò oltre ad inquinare la mascherina, le fa perdere anche efficacia. In special modo per quelle chirurgiche.

Post correlati