OKSalute.it
Malattie infettive Salute

Coronavirus, le mascherine proteggono dalla diffusione del virus di 36 volte

Siamo entrati nella fase 2 da quando vi è stato il diffondersi del coronavirus. Le mascherine sono il mezzo obbligatorio da mantenere. Lì dove non è possibile mantenere il distanziamento sociale.

Alcuni ricercatori dell’Università di Oxford e dell’Università di San Francisco, hanno portato avanti una ricerca sull’uso delle mascherine e la capacità che hanno di bloccare la trasmissione del contagio. I ricercatori hanno analizzato oltre 80 studi, i cui risultati sono stati tradotti in italiano e pubblicati sulla rivista Evidence dalla Fondazione Gimbe.

Le conclusioni sono sorprendenti. La protezione dalla trasmissione del contagio è affidata alla mascherina, che da sola riduce di ben 36 volte la possibilità di trasmettere il virus attraverso l’emissione delle goccioline di saliva. Fondamentale, quindi, in questa fase 2 che ognuno indossi una mascherina, soprattutto se si è in presenza di altre persone. In questi casi, inoltre, va sottolineata e ricordata un’altra misura importante che è il distanziamento sociale. Mantenere, quindi, la distanza di almeno un metro tra gli individui, è un comportamento essenziale.

Mascherine coronavirus proteggono 36 volte

Mascherine per tutti e distanziamento sociale, sono ad oggi le migliori armi di protezione e prevenzione al diffondersi del virus. “I progressi della scienza hanno messo in luce che la trasmissione da soggetti asintomatici, largamente sottostimata, rappresenta il tallone d’Achille delle strategie per contenere la pandemia”, spiega Nino Cartabellotta, presidente Gimbe. Che afferma come l’impedimento al propagarsi del virus derivi soprattutto dalla percentuale della popolazione che utilizza le mascherine.


L’uso delle mascherine, inoltre, si traduce anche in sicurezza collettiva anche quando si è un po’ distratti e non ci accorgiamo di avere comportamenti a rischio. Il semplice fatto, quindi, di indossare una mascherina, dal costo trascurabile, può tradursi in enormi benefici economici per la collettività. E salvare anche e soprattutto tante vite umane.

Mascherine coronavirus proteggono dal contagio

Non solo mascherine

Inoltre, in caso non si abbia a portata di mano una mascherina, è possibile utilizzare ciò che in quel momento si ha a disposizione. In quanto la scienza conferma l’opportunità del fai da te, perché “non c’è alcuna evidenza che le mascherine debbano essere costruite con materiali o tecniche particolari”.

Nell’articolo pubblicato su Evidence, si danno anche dei suggerimenti su come preparare una mascherina da soli, in caso non se ne possegga una. “Da una maglietta, un fazzoletto, una sciarpa, una bandana inserendo un tovagliolo di carta, come filtro usa e getta. Tra due strati di un tessuto a maglie strette che ti permetta di respirare. Puoi lavare la mascherina di stoffa in lavatrice e riutilizzarla, esattamente come una maglietta”.Tutto può tornare utile, purchè si impedisca al dropplet (le goccioline di saliva) di diffondersi liberamente nell’ambiente.

Post correlati