OKSalute.it
Fisiatria & Riabilitazione Salute

Fisioterapia strumentale d’avanguardia ad elevato indice di efficienza

Fisioterapia strumentale d’avanguardia

Tra i vari trattamenti di Fisioterapia strumentale d’avanguardia, la Tecar è indubbiamente la più prescritta ed utilizzata. A questa seguono il Laser Yag ad Alta Potenza e le Onde d’Urto. Si tratta di strumenti fisici moderni ad elevato indice di efficienza, fiori all’occhiello ad alta tecnologia nel campo della Fisioterapia che, come altri settori, è in continua evoluzione ed aggiornamento e si arricchisce di tecniche via, via sempre nuove.
Ognuno di questi strumenti sfrutta varie forme di energia fisica ed è, generalmente, abbinato a terapie
manuali. Nel mettere in campo apparecchiature sempre più evolute a livello tecnologico, la sfida facilmente intuibile consiste nel raggiungere tre principali obiettivi: maggior efficacia, metodiche assolutamente non invasive e indolori, un recupero più rapido.
Per comprendere meglio di che si tratta, abbiamo posto qualche domanda a Roberto Franzese del
centro Ryakos di Napoli, figlio di Michele Franzese, uno dei pionieri della fisioterapia riabilitativa in Italia. Sta puntando molto su terapie strumentali d’eccellenza come Human Tecar, Laser Yag e Onde d’Urto Stortz che sfruttano una tecnologia di ultima generazione. Perché?

Roberto Franzese, ci parla brevemente del Laser Yag?

Benefici, effetti, risultati. Per quali patologie viene impiegato questo strumento in Fisioterapia?
E’ diverso dalla classica Laserterapia?

Rispetto ai laser tradizionali, il Laser Yag ad Alta Potenza consente di ottenere risultati immediati (riduce il dolore in soli 3 minuti), stabili e duraturi. Non solo: in modalità termica E2C, massimizza i risultati terapeutici in tutta sicurezza perché contiene gli effetti termici sui tessuti. Riattivando il metabolismo cellulare e rigenerando i tessuti lesionati, è in grado di ridurre il dolore e l’infiammazione, riassorbire l’edema. Il Laser Yag penetra ad una profondità massima di 5-6 cm e viene impiegato nelle patologie muscolo-tendinee, specie di origine traumatiche articolari. I suoi effetti sono 5: biostimolante, antinfiammatorio, antidolorifico, antiedemigeno e decontratturante.
Come qualsiasi altro trattamento di Fisioterapia strumentale d’avanguardia, va eseguito soltanto da
personale specializzato. Il Laser Yag può essere applicato sia in fase acuta che cronica.

Quali energie fisiche sfrutta il trattamento con le Onde d’Urto?

Rispetto ai classici ultrasuoni, le Onde d’Urto hanno un effetto molto più potente (fino a 1000 volte maggiore) e rappresentano la terapia medica d’elezione in grado di intervenire lì dove altre terapie falliscono. Questa tecnica sfrutta onde acustiche di natura meccanica (ad elevata energia), non hanno nulla a che vedere con le radiazioni ionizzanti che prevedono il rischio di radioattività.
E’ un trattamento non invasivo, non traumatizzante, anzi è rigenerante. Queste onde vengono indirizzate in senso radiale verso l’area da trattare, in modo selettivo. In genere, un ciclo di 3-5 sedute è sufficiente. Per apprezzare l’effetto di questa terapia, è necessario attendere da una settimana ad oltre un mese dall’ultima seduta (in base alla patologia trattata) perché le reazioni biologiche ed i processi riparativi hanno bisogno di tempo per instaurarsi.
Le applicazioni con Onde d’Urto non interferiscono con altre terapie fisiche anzi, l’abbinamento con terapie come Tecar e Laser Yag può aumentarne l’efficacia.

Si pubblicano sempre più spesso articoli sull’importanza delle Onde d’Urto. Roberto Franzese, può darci conferma della grande efficacia di questo strumento in ambito fisioterapico?

L’alto indice di efficienza delle Onde d’Urto non si discute e, finalmente, emerge in modo crescente
l’importanza di questa tecnica. Confermo la validità di questa terapia d’elezione nel campo della Fisioterapia strumentale d’avanguardia e spiego perché. Queste onde acustiche agiscono per stimolazione meccanica diretta al fine di intervenire su dolori, infiammazione, edemi e favoriscono la riparazione dei tessuti per trattare anche piaghe, ferite, cicatrici. Stimolano cambiamenti biologici a livello cellulare, riescono a creare una nuova formazione di vasi sanguigni (neoangiogenesi) per riparare anche tessuti scarsamente vascolarizzati.
Rappresenta, attualmente, uno degli strumenti più all’avanguardia, efficaci e rapidi e, talvolta, una valida alternativa all’intervento chirurgico per certe patologie dei tendini o disturbi della consolidazione ossea.
Mi preme sottolineare che le Onde d’Urto sono da escludere sulla colonna vertebrale. In Fisioterapia, sono particolarmente indicate nel trattamento di tendiniti, calcificazioni ossee e tendinee, fratture non consolidate, contratture, fibrosi muscolari, cellulite.

E la Tecar? C’è chi la chiama anche Tecarterapia o Human Tecar. Soltanto sinonimi o c’è da fare una distinzione?

La Tecar è una delle terapie strumentali più richieste ed applicate in campo ortopedico, particolarmente
efficace contro dolore e infiammazione. Sviluppata nel 1998 per la Medicina dello Sport, da 10 anni a questa parte viene ampiamente usata nel campo della Fisioterapia strumentale d’avanguardia. Stimola la
riparazione dei tessuti compromessi da un trauma o da un’infiammazione sfruttando l’energia interna del nostro organismo. Con questo sistema è possibile intervenire su tutte le patologie osteo-articolari e muscolari fino al trattamento post-operatorio.
Svolge ben 8 azioni: antalgico-sedativa, antinfiammatoria, antiedemigena, drenante, decontratturante,
rigenerante, cicatrizzante ed ossigenante. Soltanto un’apparecchiatura (tra le tante prodotte) riesce ad
assicurare risultati soddisfacenti: la Human Tecar della Unibell in quanto agisce ad una frequenza
brevettata con efficacia scientificamente testata. Di conseguenza, i centri Tecar non sono tutti uguali.
Come per le altre terapie strumentali, anche per la Tecar non basta l’apparecchiatura in sé: deve essere
utilizzata da uno specialista preparato e va associata ad un trattamento manuale per rendere i risultati
ottimali e stabili nel tempo.

Questi trattamenti di Fisioterapia strumentale d’avanguardia presentano effetti collaterali e controindicazioni?

Premesso che terapie del genere devono essere eseguite esclusivamente da fisioterapisti qualificati ed in
costante aggiornamento tecnologico, se il trattamento viene effettuato in modo corretto non causa effetti collaterali rilevanti (tolto un lieve arrossamento o edema del tutto normale, che scompare entro le successive 24 ore).
Le Onde d’Urto sono controindicate a donne in gravidanza, portatori di pacemaker, soggetti con neoplasie o infezioni, con problemi di coagulazione (incluse trombosi locali), pazienti in terapia cortisonica o di età inferiore ai 18 anni.
Il trattamento con Laser Yag è controindicato, oltre che a donne in gravidanza e soggetti con tumori sospetti o conclamati, anche a persone con epilessia, aree emorragiche, nevralgie, patologie radicolari.
Come per il Laser Yag, la Tecar può essere applicata a portatori di protesi metalliche. Quest’ultima è
controindicata a portatori di pacemaker, donne in stato di gravidanza e soggetti con neoplasia.

Che si tratti di Tecar, Onde d’Urto o Laser Yag ad Alta Potenza come è giusto procedere indipendentemente dal tipo di patologia da trattare?

E’ fondamentale pianificare un percorso terapeutico personalizzato perché ognuno di noi ha la sua
struttura fisica, le sue abitudini, esigenze, disturbi, punti deboli. La migliore terapia strumentale del mondo non avrebbe senso senza una diagnosi accurata eseguita da uno specialista.
Noi del Centro Ryakos ci crediamo al punto tale da offrire una prima visita gratuita con valutazione globale e distrettuale durante cui eseguiamo test fisioterapici, muscolari, ortopedici, neurologici, funzionali, ecc.
Insomma, una valutazione completa, indispensabile per avere un quadro chiaro delle condizioni di ogni
paziente.
Solo in questo modo un fisioterapista qualificato può pianificare un programma terapeutico su misura. Diamo particolare importanza all’esame Baropodometrico computerizzato per valutare la condizione posturale dell’intera spina dorsale. In caso di problematiche, il metodo Mezieres è il migliore per la Rieducazione Posturale Globale. E’ un percorso personalizzato che punta a ristabilire la corretta postura di tutta la colonna vertebrale non solo per restituire al paziente il benessere ma anche per prevenire ed evitare recidive.

Grazie Roberto Franzese per averci aiutato a capire meglio come funzionano i migliori trattamenti di Fisioterapia strumentale d’avanguardia. Buon lavoro!

Ringrazio voi e vi saluto con un paio di consigli: rivolgetevi esclusivamente a fisioterapisti qualificati per non rischiare guai ed evitate il più possibile vita sedentaria e cattive posture, due nemici acerrimi della salute che, a lungo andare, possono danneggiare muscoli, articolazioni e tendini e causare patologie muscolo-scheletriche.

Scappo, mi chiamano. Ciao!

Post correlati

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE