OKSalute.it
Benessere Cura della pelle Dermatologia Salute

Forfora; come combatterla in modo naturale

Come eliminare la forfora naturalmente

L’autunno non è soltanto la stagione in cui cadono le foglie, ma anche quella in cui si ripresenta con più vigore la forfora.

La sua comparsa, infatti, tormenta chi ne è affetto, perché è un inestetismo che ci si ritrova addosso, sui propri indumenti, maggiormente sulle spalle. Il che non solo non è bello da vedere, ma può creare, in chi ne è affetto, dei disagi psicologici.

Le cause della forfora

La sua presenza ci dice che il ricambio cellulare che il cuoio capelluto vive nella stagione autunnale, non è più in una condizione di equilibrio.

Pertanto ciò porta ad una desquamazione eccessiva che si presenta sotto forma di scaglie, che non sono altro che le cellule morte del cuoio capelluto.

Ma da cosa è causato questo squilibrio che porta alla formazione della forfora?

Principalmente da una sensibilità alta alla desquamazione, da parte del cuoio capelluto, che risente dell’azione di un microorganismo chiamato Malassezia globosa, presente sul cuoio capelluto di tutti.

Esso ha un’azione sul sebo, trasformandolo in acido oleico, che irrita il cuoio capelluto delle pelli più sensibili provocando la formazione della forfora.

Un altro elemento che causa la produzione di forfora, è avere dei capelli troppo grassi, dovuto all’eccesso di sebo presente sul cuoio capelluto.

I momenti della vita in cui è più facile che vi sia produzione di forfora è l’età puberale e nella persona anziana.

Nei giovani è dovuto alla maggior presenza di ormoni che causano un eccesso di produzione di sebo, che a sua volta stimola l’azione della Malassezia globosa.

Anche lo stress elevato può determinare una maggior produzione di forfora.

Sintomi

Forfora grassa

La forfora provoca arrossamento, bruciore e prurito del cuoio capelluto, oltre al disagio psicologico e sociale.

La forfora è essenzialmente di due tipologie. La secca che è accompagnata da un prurito intenso e fastidioso, oltre che da scaglie secche, che vengono via allo sfregamento.

La grassa che rende unto ed oleoso il cuoio capelluto.

Come combatterla

In commercio, ormai, sono presenti numerosi shampoo antiforfora che possono essere utilizzati da tutti, e con validi risultati.

Esistono, comunque, anche dei rimedi naturali che aiutano a sconfiggere la forfora:

– Tea tree oil: L’aggiunta al proprio shampoo preferito di alcune gocce di tea tree oil, ha dimostrato di migliorare la produzione di forfora.

– Bicarbonato di sodio: si rivela molto utile per combattere i microorganismi responsabili dell’insorgenza della forfora. Dopo aver bagnato i capelli se ne applica una piccola quantità sul cuoio capelluto, massaggiandolo accuratamente per circa 3-5 minuti. Una volta terminato bisogna risciacquare abbondantemente.

– Olio di cocco: spalmare 3-5 cucchiai di olio di cocco sul cuoio capelluto, massaggiare e lasciare in testa per circa un’ora; al termine procedere con uno shampoo.

– Sale: è un vero e proprio rimedio per l’eliminazione della forfora. Si applica una quantità sufficiente di sale sui capelli asciutti, e massaggiarlo sul cuoio capelluto per alcuni minuti; al termine procedere con uno shampoo.

Post correlati

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE