OKSalute.it
Cardiologia Salute

Fumo e colesterolo i grandi nemici del cuore

Fumo e colesterolo nemici del cuore

La prima causa di morte in Italia e nel mondo sono le malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari sono ancora oggi la prima causa di morte in Italia e nel mondo. Ogni anno sono, infatti, circa 18 milioni le persone che muoiono a causa di esse.

Tanta, quindi, è ancora la strada da percorrere per informare e far prendere coscienza su quali siano i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari, e quali strategie mettere in campo per prevenirle.

Una buona notizia in tal senso ci viene fornita da una recente indagine condotta a livello nazionale da Astra Ricerche per Fipc (Fondazione italiana per il cuore).

L’indagine evidenzia come in Italia sia aumentata la consapevolezza dei danni legati al fumo (attivo e passivo).

Difatti è stato riconosciuto dal 60% degli intervistati come causa principale dei danni cardiovascolari, più (56%) di quelli che lo hanno attribuito al colesterolo, all’ipertensione e al diabete.

Ha invece meravigliato come dall’indagine non siano emersi come concause la mancanza di attività fisica, la cattiva alimentazione e la cattiva gestione dello stress.

Gli stili di vita, dalla buona alimentazione all’attività fisica, sono al centro dei messaggi che Fipc insieme a Conacuore rinnova il 29 settembre per la Giornata mondiale per il cuore, la campagna promossa in tutto il mondo dalla World Heart Federation-Fipc.

Nel corso del mese di settembre e anche oltre sono tante le iniziative aperte al pubblico in forma gratuita, organizzate da associazioni di pazienti, ospedali, aziende sanitarie locali, enti pubblici e privati per sensibilizzare le persone ad essere più attenti alla salute del proprio cuore.

Grazie, inoltre, all’accordo con Lega Calcio e Figc, dal 28 al 30 settembre lo striscione della Giornata mondiale per il cuore sarà esposto nei campi di calcio di Serie A prima dell’inizio delle partite.

Oltre a ciò, ci saranno delle proiezioni di spot educazionali sui videowall, in modo da fare pervenire il messaggio ai tifosi.

“Diventa un eroe del cuore” è il titolo dell’opuscolo della Giornata per il Cuore di quest’anno, distribuito in 120.000 copie in tutta Italia, ed in alcune farmacie di Milano e provincia, Monza e Lodi.

L’elenco delle iniziative in tutta Italia è disponibile su Fondazionecuore.it e Conacuore.it. “Lo sforzo che chiediamo è quello di preoccuparsi di cosa sia possibile fare per il proprio cuore – spiega Emanuela Folco, presidente Fipc.

Si tratta di piccoli gesti e modifiche del nostro stile di vita quotidiano, gli stessi che l’indagine sottolinea e che non sono ancora percepiti come utili per vivere più a lungo, meglio e con un cuore più sano.

Occorre intervenire per ridurre il rischio delle malattie cardio-cerebrovascolari, tra cui infarto, scompenso e ictus, che in Italia colpiscono e uccidono ogni anno ben 127mila donne e 98mila uomini.

Nella Giornata per il Cuore chiediamo, quindi, di diventare un eroe del cuore, promettendo, per noi stessi e per i nostri cari, piccoli ma costanti accorgimenti quotidiani, fatti di quelle scelte legate al corretto stile di vita”.

Post correlati

Lascia un commento