OKSalute.it
Rassegna Salute

Tentati dai peccati di gola? Ecco l’ormone anti golosi

Farmacia.it

Tentato dai peccati di gola? Ecco l’ormone FGF21 anti golosi. Secondo alcuni ricercatori americani è in grado di ridurre la produzione di dopamina.
Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Iowa, in collaborazione con l’Università del Texas, ha scoperto un ormone prodotto dal fegato, chiamato FGF21, capace di ridurre la produzione di dopamina (pigri o attivi? Il segreto sta nel neurotrasmettitore) e di inibire il piacere provocato dagli zuccheri presenti negli alimenti.
Per giungere a queste conclusioni, gli esperti hanno effettuato uno studio su dei topi. E monitorando il comportamento del fegato, è emerso come l’ormone riuscisse ad inviare impulsi al cervello, nel momento in cui l’organismo raggiungeva un limite importante di assimilazione degli zuccheri. Pertanto, giunta tale soglia, i topi hanno mostrato un comportamento di totale rifiuto per tutti gli altri alimenti contenenti zuccheri (ecco i cibi da evitare).
L’ormone FGF21, durante l’eccessivo consumo di dolci (zuccheri) o prodotti alcolici, riesce non solo a ridurre la dopamina, neurotrasmettitore che induce il cervello a farci provare piacere, ma anche a gestire in modo automatico questa condizione, permettendo di mettere a freno i tanti cibi spazzatura (influiscono sull’umore femminile).
Anche altri studi, hanno dimostrato come alcuni ormoni influiscono sul nostro modo di mangiare, ma nessuno di essi agisce o condiziona in modo specifico i valori nutrizionali, quali carboidrati, proteine o grassi. Tuttavia, grazie a questa scoperta, sarà quindi possibile in futuro, capire meglio come affrontare eventuali diete alimentari, e migliorare le condizioni dei pazienti obesi o affetti da diabete.
La Dopamina: La Dopamina è un neurotrasmettitore rilasciato dal cervello che svolge una serie di ruoli in esseri umani ed in altri animali. Alcune delle sue funzioni notevoli sono in: movimento, memoria, ricompensa piacevole, comportamento e cognizione, attenzione, inibizione di produzione della prolactina, sonno, umore, e apprendimento.

Post correlati

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE