OKSalute.it
Rassegna Salute

Sclerosi multipla, è tutta colpa di una proteina anomala

Farmacia.it

Dopo molte ipotesi e poche certezze sembra arrivato il momento: se la sclerosi multipla si manifesta, è tutta colpa di una proteina anomala.

 

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori della inglese University of Surrey in collaborazione con l’americana University of Texas ha permesso di individuare in una particolare proteina “accartocciata” in modo anomalo all’interno del cervello e del liquido spinale di tutti i soggetti malati la probabile causa che è all’origine della sclerosi multipla.

 

Secondo quanto riscontrato dagli specialisti americani nell’ambito di un test svolto su migliaia di persone presso

 

i PrioCam Laboratories, la proteina anomala definita dai ricercatori come “rogue proteine” (proteina canaglia) potrebbe essere il minimo comune denominatore che caratterizza l’insorgenza della sclerosi (contro la quale sono stati messi a punto due nuovi farmaci) e di altre malattie cerebro degenerative come il morbo di Parkinson, Alzheimer o sindrome di Creutzfeldt-Jakob.

 

Secondo quanto sostenuto dallo studio pubblicato su Frontiers of Neurology, tutte le proteine presenti nel nostro organismo sono soggette ad un processo di sintesi che le induce a un particolare ripiegamento molecolare che consente loro di assumere una data struttura tridimensionale. Ma l’osservazione scientifica di numerosi soggetti affetti da malattie degenerative a carico del sistema nervoso centrale, ha evidenziato tuttavia la presenza di una proteina ripiegata in modo erroneo rispetto a quella che dovrebbe essere la sua normale conformazione: un’anomalia che secondo i medici potrebbe spiegare l’insorgenza della malattia, o che viceversa potrebbe essere una conseguenza della patologia stessa. “I nostri risultati – ha spiegato la ricercatrice Monique David di PrioCam Laboratories – indicano che le proteine anomale presentano una struttura simile e potrebbero quindi avere un meccanismo patogenetico simile” “

In attesa di ulteriori indagini capaci di stabilire con esattezza il nesso causale che lega le malattie degenerative alla proteina anomala, gli scienziati sono però già stati in grado di creare degli anticorpi in grado di fungere da esca per la cattura degli aggregati di proteine anomale. Intanto, grazie alla staminali, si compiono passi in avanti nella cura della sclerosi multipla.

 

Post correlati

Leave a Comment