Non esistono cibi buoni o cattivi: è solo un problema di quantità. È questa la suggestione che si ricava dal libroL’alimentazione equilibratadi Del Toma e Macrì.

Nel corso della presentazione de “L’alimentazione equilibrata” all’Expo di Milano, i due autori Eugenio Del Toma (primario emerito di Dietologia e Diabetologia all’Asl San Camillo-Forlanini di Roma) e Agostino Macrì, (responsabile per la Sicurezza alimentare dell’Unione nazionale consumatori, professore di Igiene degli Alimenti all’Università Campus Bio-Medico Roma) hanno fornito preziosi spunti alla discussione sull’alimentazione, che in questi giorni ha dominato il dibattito dopo l’allarme della carne rossa. “A mio avviso anche il cibo spazzatura non esisteaggiunge Macrì, responsabile Area sicurezza alimentare dell’Unione nazionale consumatori (Unc) – ma ci sono cibi ipercalorici che vanno assunti nelle corrette quantità. Attenzione quindi al consumo compulsivo di cioccolata o all’abbinamento tra bevande gassate e alimenti, avvertono gli esperti: accompagnare alla pizza mezzo litro di bibita analcolica con il 10% di saccarosio, significa assumere mezzo etto di zucchero alla fine del pasto”.

Noi siamo nati onnivori. Il nostro apparato digerente è fatto in modo tale da poter assumere alimenti sia di origine animale sia vegetale. Entrambe le categorie danno dei nutrienti che messi insieme sono ottimali“, dice Macrì. “L’alimentazione non deve diventare un’ossessione che distrugge la vita per ‘regalareforse qualche anno in più di privazionesostiene Del TomaQuesto è sbagliato, noi dobbiamo essere morigerati come lo erano per povertà nel Cilento“, culla della dieta mediterranea (ma attenti ai cibi scaduti).

“Non è la carne a essere un problemacommenta il dottor Macrì – ma lo sono i sistemi di gestione“. “Se la carne viene cucinata alla brace si formano delle sostanze tossiche che sono cancerogene; se viene conservata per farne salami è necessario aggiungere nitriti e nitrati che producono nitrosammine, anch’esse cancerogene“, ricorda il rappresentante dell’Unc.

Cibi brucia grassiMolto utili sono l’ananas, il pompelmo, i cereali, il verde, il salmone ricco di omega 3, e la rucola e il peperoncino che stimolano il metabolismo