Infarto: scoperta la proteina che ripara il cuore e rigenera i tessuti dopo un attacco cardiaco. Lo rivela uno studio  di un gruppo di ricercatori americani.

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori americani dell’Università di Stanford, pubblicato sulla rivista Nature, ha scoperto una proteina, chiamata follistatina like 1, in grado di riparare i danni subiti dai tessuti e dal muscolo cardiaco dopo un infarto (ecco i sintomi e la prevenzione).

Per giungere a queste conclusioni gli studiosi hanno effettuato dei test su topi e maiali, utilizzando una sorta di cerotto bio-ingegnerizzato, che imita il tessuto dell’epicardio e che allo stesso tempo, funziona come una riserva di proteina FSTL1 negli animali infartuati. E dalle analisi è emerso che era evidente la crescita delle cellule del muscolo del cuore (ma ora si può contare anche sui pacemaker biologici)così come anche il miglioramento delle funzioni cardiache che hanno permesso loro la sopravvivenza.

Il cuore dei mammiferi,spiegano inoltre i ricercatori,non è infatti capace di auto-ripararsi completamente dopo una grave perdita di cellule del cuore, dette cardiomiociti ma per fortuna lo studio statunitense è riuscito a dare una spinta decisiva alla ricerca.

Negli individui sani infatti la cosiddetta proteina miracolosa si trova sull’epicardio, la membrana che circonda la parete del cuore ma che in seguito a un infarto (attacco miocardico, ecco i rischi) se ne perdono completamente le tracce. Pertanto questa scoperta potrebbe finalmente aprire una nuova pagina nella cura dell’infarto e degli attacchi cardiaci.