OKSalute.it
Rassegna Salute

I ginecologi lanciano l’allarme: fate attenzione all’assenza del ciclo

Farmacia.it

Andrea Genazzani, il presidente del 17esimo Congresso della Società internazionale di ginecologia endocrinologica che si svolgerà nei prossimi giorni ed esattamente dal 2 al 5 marzo nella città di Firenze, lancia l’allarme a tutte le giovani donne, sull’importanza dell’ assenza del ciclo mestruale (l’amenorrea). Questo tipo di disturbo è considerato come la nuova malattia dell’era moderna e se sottovalutato, può portare a delle gravi conseguenze.
“Un nuovo disturbo in crescita tra le giovani nella fase post-adolescenziale, ovvero nell’arco di età tra i 16 ed i 25 anni – spiega Genazzani – le cause principali sono di tipo socio-ambientale, a partire dall’eccesso di attività fisica e le diete drastiche, con la conseguenza di un marcato dimagrimento. Le teenager vengono sottoposte ad una terapia ormonale sostitutiva mirata a facilitare la ripresa funzionale a livello ormonale, ma è fondamentale che la terapia sia personalizzata ed anche affiancata da un supporto psicologico”.
Oltre l’eccessiva attività fisica e diete troppo drastiche aggiunge l’esperto, un fattore molto importante che incide su tale disturbo è proprio il troppo stress (calmalo con i fiori di bach) al quale sono sottoposte le teenager di oggi, un fattore che deriva proprio dalla richiesta sociale di prestazioni di alto livello. In aggiunta, vi è anche un altro disturbo o meglio un’altra malattia molto diffusa, anch’essa collegata ai moderni stili di vita. Nello specifico si parla della policistosi ovarica, spesso caratterizzata da un aumento di peso e della massa muscolare, il cui sintomo primario è sempre l’irregolarità del ciclo (rischio di patologie cardiovascolari) causa principale legata all’età avanzata in cui si arriva alla prima gravidanza. Tuttavia occorre prestare attenzione anche dell’alimentazione, spesso troppo ricca di carboidrati e zuccheri.
Nel corso del Congresso che si terrà nella città di Firenze, fa sapere l’esperto, verranno inoltre affrontati anche altri temi molto importanti, tra questi il ruolo della contraccezione che oggi non viene più inteso solamente come un modo per impedire quelle che vengono considerate gravidanze indesiderate ma anche, soprattutto viene oggi considerata una terapia per curare diverse malattie ginecologiche come ad esempio l’endometriosi.

La dismenorrea: I dolori mestruali si possono accompagnare a sintomi come mal di schiena, nervosismo, sbalzi d’umore, stanchezza diarrea, nausea, lombalgia, tensione mammaria, capogiri e svenimenti. Il sintomo cardine rimane comunque il susseguirsi di fitte dolorose più o meno severe, spasmodiche e crampiformi al basso ventre, che possono irradiarsi anche alla schiena o alla faccia interna delle cosce.

Post correlati

Leave a Comment