OKSalute.it
Rassegna Salute

Abbigliamento professionale: la divisa sanitaria

Abbigliamento professionale: la divisa sanitaria

Come saprete esistono professioni che richiedono una determinata tipologia di abbigliamento,
adeguata alle attività svolte: spesso sono le aziende stesse a fornire ai propri dipendenti le divise
professionali, in altri casi è invece opportuno rivolgersi a rivenditori specializzati come
https://www.diviseprofessionali.net/

In questo articolo analizzeremo nei dettagli l’abbigliamento da lavoro nel settore sanitario:
indumenti e calzature leggere, comode e pratiche al fine di garantire facilità di movimento agli
operatori del settore.
Vediamo insieme qual è l’abbigliamento da lavoro che non può mancare in ambito sanitario
medicale ed estetico:

CASACCA E PANTALONE: in tutte le strutture sanitarie (sia quelle pubbliche che private) i medici,
gli infermieri e gli operatori socio sanitari solitamente indossano una tuta di cotone. Il caposala
solitamente indossa un abbigliamento di colore blu elettrico, i dietisti invece di colore giallo. In
alcune strutture la colorazione differente serve come segno di riconoscimento della professione
svolta, mentre in altri luoghi le divise sono tutte del medesimo colore (verde ospedaliero, bianco o
azzurro). Tuttavia nella psicologia, il rosso ha un significato di positività ma anche di aggressività e
aumenta la frequenza cardiaca. Il blu o l’azzurro, invece, sono colori che trasmettono affidabilità e
calma. La tuta generalmente prevede una casacca abbinata ad un pantalone: per la casacca vi
raccomandiamo di scegliere un modello con tasche resistenti e capienti, in modo tale da avere
sempre a portata di mano tutti gli oggetti fondamentali.

CAMICE: al di sopra della tuta va indossato il camice. Prestate bene attenzione alle differenze tra le
diverse tipologie:

  • Camice dottore: bianchi a maniche lunghe, generalmente lunghi fino al ginocchio con il
    collo con reverse a punta.
  • Camice dottoressa: rispetto ai precedenti, sono sagomati per adattarsi meglio alla figura
    femminile.
  • Camice dentisti: sono dotati di una chiusura laterale a bottoni fino al collo (molto simili a
    quelli da chirurgo).
  • Camice da infermieri: presenti in diversi colori, solitamente sono più corti rispetto a quelli
    dei medici.

CALZATURE: le scarpe sanitarie professionalidevono essere traspiranti e particolarmente
confortevoli (considerato che medici ed infermieri lavorano in piedi per diverse ore). È preferibile
scegliere calzature ergonomiche con plantare anatomico, in grado di garantire al soggetto una
postura corretta nel corso della giornata lavorativa.

ACCESSORI: nell’ambito sanitario è necessario indossare mascherine, cuffiette e guanti monouso.
In particolare le cuffie sono fondamentali in ambito sanitario e soprattutto in sala operatoria: dal
momento che i capelli rappresentano uno dei principali veicoli di batteri, è essenziale che il
personale ospedaliero indossi una cuffia per coprire la capigliatura (esistono sia modelli classici
con elastici che bandane dotate di lacci nella parte posteriore). Le mascherine invece sono
monouso e sono realizzate in materiale TNT (noto come “tessuto non tessuto”): esse devono
essere ipoallergeniche, impermeabili e traspiranti.

È sempre consigliabile avere un’immagine curata e professionale: trasmette affidabilità.

Post correlati

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE