OKSalute.it
Benessere Interventi estetici Senza categoria

Aprire un centro estetico: quali sono le attrezzature necessarie

La cura e il benessere del corpo fanno parte della nostra quotidianità e anche l’attenzione verso la bellezza e il proprio aspetto rivestono un’importanza fondamentale a livello sociale, tanto che sempre più persone si rivolgono, con regolarità, alle cure degli estetisti e dei loro centri estetici.

Aprire un centro estetico, oltre a essere l’obiettivo di migliaia di persone affascinate da questa professione tanto da volerne fare la propria attività lavorativa, è un’opportunità concreta di business anche per quegli imprenditori che volessero sfruttare il trend costantemente in ascesa di tutto ciò che riguarda la cura di sé stessi e della propria bellezza, un settore che genera un giro d’affari di milioni di euro all’anno.

Quando si decide di avviare questo tipo di attività, la prima cosa da tenere in considerazione è decidere quali servizi e trattamenti saranno offerti ai clienti e a che tipo di mercato si può e si vuole intercettare.

Bisogna partire da un’attenta analisi del luogo (grandi centri urbani o realtà di provincia) in cui si opererà e il target di riferimento, in maniera tale da individuare, fin da subito, le necessità legate sia al locale in cui si svolgerà l’attività di estetista, sia all’attrezzatura necessaria.

L’attrezzatura indispensabile per iniziare

Uno dei vantaggi dell’attività legata al centro estetico, è che si può iniziare “in piccolo” con un’attrezzatura di base, strumenti che potranno poi aumentare con il crescere del lavoro, della clientela e dei servizi offerti.

All’inizio, per esempio, per risparmiare sui costi di avviamento dell’attività, si può pensare di aprire un centro estetico anche utilizzando piccoli locali, aree dedicate all’interno di palestre e centri sportivi o, addirittura, una parte della propria abitazione (seguendo regole e normative che disciplinano questa attività).

Tuttavia, giunti al nodo cruciale delle attrezzature necessarie, a prescindere dal loro numero, è consigliabile scegliere fin dal principio prodotti di qualità e affidarsi ad aziende leader del settore come Lemi spa.

Tra gli strumenti che anche il più piccolo centro estetico dovrebbe avere troviamo:

  • lettino da estetista, indispensabile per poter effettuare i trattamenti più richiesti come le depilazioni;
  • lettino per i massaggi drenanti e i trattamenti anticellulite, da scegliere facendo attenzione alla sua solidità e qualità costruttiva;
  • vaporizzatore per la pulizia del viso, che può essere scelto tra i modelli da tavolo di varie dimensioni e quelli stativi dotati di carrello;
  • una poltrona per la manicure e la pedicure (eventualmente dotata di sistema di idromassaggio pedispa per offrire una cura che va oltre l’aspetto estetico);
  • sterilizzatore ad autoclave per sanificare tutti quegli strumenti che entrano in contatto con la pelle;
  • carrello estetica e carrello depilazione;
  • carrello manicure con luce led;
  • tavolo o piano di lavoro;
  • paravento (utile soprattutto nelle attività più piccole e che non dispongono di più stanze separate).

Quando l’attività del centro estetico comincerà a crescere, sarà quasi automatico iniziare a pensare di offrire nuovi servizi alla propria clientela, puntando su trattamenti innovativi e su attrezzature specifiche, magari dopo aver pianificato attentamente un preciso piano di investimento ben delineato con una relativa strategia di business in grado di far rendere al massimo l’attività.

Post correlati