OKSalute.it
Benessere Cura della pelle

Allarme impetigine: occhio a dove fate il bagno

Farmacia.it

È allarme impetigine: occhio a dove fate il bagno. Lo “Sportello dei Diritti” ha segnalato in questi giorni molti casi di infezioni cutanee tra i bimbi al di sotto dei 10 anni.

In questo periodo sono stati segnalati molti casi di infezione cutanea: a tal punto che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha voluto ricordare alcuni preziosi suggerimenti per non imbattersi nel fastidioso problema (per i bimbi, le infezioni cutanee sono d’estate un rischio molto alto). Sotto accusa ci sono le spiagge, molto sporche in questo periodo ad alto tasso di frequentazione, che sindaci e Asl sono chiamati a tutelare e a tenere nelle migliori condizioni igieniche possibili (ecco qui le spiagge consigliate dai pediatri).

L’impetigine è infatti una dermatite causata da Streptococcus pyogenes e a volte anche da Staphylococcus aureus. e si caratterizza come un’infezione batterica contagiosa che si trasmette per contatto diretto o mediato. Il fastidio si presenta con la presenza di bolle orticanti dal colore giallastro, accompagnate da rossori e infiammazioni localizzate soprattutto sul viso, collo e mani ma anche sul cuoio capelluto, ad esempio in seguito a una pediculosi.

Per limitare i rischi, soprattutto tra i bambini, gli esperti consigliano di sciacquarsi e far la doccia spesso, appena tornati dal mare. E di evitare di grattarsi troppo, in caso di puntura d’insetto. Proteggersi nelle ore più calde: la pelle già infiammata infatti facilita le infezioni cutanee (ecco le regole per proteggere i più piccoli dal sole)

Post correlati

Lascia un commento